** FORUM 2001** 

Da: ROSALBA ZAPPIA

Data invio: mercoledý 21 marzo 2001 17.07  

Ho cercato nel vostro sito la definizione di numero primo e coincide con quella che conosco io.

Sapreste darmi informazioni sulla discussione che 1 non Ŕ primo?

Grazie  

-RISPOSTA:  

Io non sono realmente un matematico, (faccio il progettista meccanico), ma mi piace capire la matematica in modo semplice perchŔ sono convinto che ogni teoria pu˛ essere espressa in modo comprensibile a tutti quelli che sono interessati ad ascoltarla.....basta volerlo...  

Premesso questo, rispondo alla tua domanda.  

In reltÓ 1 Ŕ un numero primo perchŔ soddisfa la condizione che "un numero Ŕ primo se ha come divisori solo l'1 e se stesso", ma per comoditÓ non lo si considera nella scomposizione dei numeri dal momento che tutti i numeri naturali sono divisibili per 1 e sarebbe solo una tediosa perdita di tempo scrivere ad esempio che 18 si scompone in  3^2*2*1 per cui Ŕ preferibile scrivere solo 3^2*2.

Ciao e grazie per la tua attenzione,

                                                    Bruno Aguiari  

(N.B. Avrai sicuramente capito che per comoditÓ 3^2 significa 3 elevato al quadrato.)  Ciao.

------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ Torna all'inizio

RISPOSTA:

Cara Rosalba,

forse la volta scorsa non sono stato abbastanza esauriente, ma ripeto che secondo il mio parere l'1 Ŕ un numero primo perchŔ ha tutte le caratteristiche per esserlo:

- ha come divisori solo l'1 e se stesso

- soddisfa per antitesi il fatto che tutti i numeri non-primi sono il prodotto di numeri primi: e 1 Ŕ solo 1x1. quindi 1 Ŕ un primo!

Non ho ancora trovato un motivo metematicamente valido e dimostrabile per affermare che non sia un primo. Il fatto che i matematici lo trascurino (e di esempi ne ho trovati parecchi anch'io) Ŕ che l'1 Ŕ solo un peso inutile  (nel prodotto per 1 il risultato non cambia) e per comoditÓ Ŕ meglio trascurarlo nei teoremi e nelle dimostrazioni. Mi sembra comunque esagerato trascurarlo nell'esempio del dado che tu mi hai proposto, perchŔ in effetti in quel caso la probabilitÓ che esca l'1 Ŕ uguale a quella degli altri e trascurarlo significa ridurre il risultato dal 50% al 33,3%.

Ripeto, io non sono un matematico e la mia Ŕ solo un'opinione, anche se si dice che "la matematica non Ŕ un'opinione", ma prova a pensare a questo altro tarlo: il numero ZERO fa parte dei numeri naturali?

Se questa mia risposta non Ŕ per te ancora sufficiente, ti posso dare l'indirizzo di qualcuno pi¨ esperto di me e girare la domanda a: psyco81@supereva.it

Ciao, Bruno.  

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------   Torna all'inizio

Da: Paola Sabato

Data invio: giovedý 28 giugno 2001 17.53

 

Desidero sapere cos'Ŕ un numero puro! Grazie

RISPOSTA:

Un numero puro Ŕ il risultato del rapporto tra due grandezze con la stessa unitÓ di misura. Ad esempio il metano ha una massa specifica (a 0░C e a pressione atmosferica) di 0,717 kg/mc e l'aria di 1,29 kg/mc. La densitÓ del metano, che Ŕ il rapporto tra la densitÓ spec. del metano e quella dell'aria,  Ŕ uguale a 0,55;  tale valore Ŕ un numero puro perchŔ si esprime senza unitÓ di misura essendo un raffronto tra unitÓ di misura uguali.

Spero di essere stato chiaro. Ciao,  Bruno

----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

 

Da: Betta

Data invio: lunedý 9 luglio 2001 20.55  

CIAO, SONO ALLA RICERCA DI UN DISCHETTO DA INSERIRE NEL COMPUTER PER FARE NUMEROLOGIA SAI PER CASO DOVE POSSO TROVARLO?

QUI A VERONA FACCIO FATICA A TROVARLO SAI DIRMI DOVE POSSO TROVARLO?

TI RINGRAZIO

CIAO ELISABETTA  

RISPOSTA:  

Stana richiesta la tua. Cosa intendi per "fare numerologia"?. Se intendi scoprire il numero che si calcola dalla nata di nascita o dal nome, puoi trovare nella rete di internet molti siti a riguardo (ti allego un estratto che ho trovato....che se vuoi puoi copiare su un dischetto....!!! perchŔ occupa solo 18 kb). Esiste anche un libricino in libreria che si intitola Numerologia di P. Farrel (Armenia editore, a lire 15.000), semplice e dettagliato.  

Ciao,   Bruno

***********************************************************************************************************************  Torna all'inizio

 Da: "Giovanni Mazza" <mazza.gio@tiscalinet.it>
 Data invio: martedý 17 luglio 2001 12.10
Oggetto: numeri primi


 Mi dispiace dovervi condraddire ma 1 non Ŕ mai stato annoverato tra i
numeri primi.

RISPOSTA:

 Secondo il mio parere l'1 Ŕ un numero primo perchŔ ha tutte le
caratteristiche per esserlo:
- ha come divisori solo l'1 e se stesso
- soddisfa per antitesi il fatto che tutti i numeri non-primi sono il
prodotto di numeri primi: e 1 Ŕ solo 1x1. quindi 1 Ŕ un primo!
Non ho ancora trovato un motivo metematicamente valido e dimostrabile per
affermare che non sia un primo. Il fatto che i matematici lo trascurino (e
di esempi ne ho trovati parecchi anch'io) Ŕ che l'1 Ŕ solo un peso inutile
(nel prodotto per 1 il risultato non cambia) e per comoditÓ Ŕ meglio
trascurarlo nei teoremi e nelle dimostrazioni. In un esercizio del tipo: "
Calcolare la probabilitÓ che nel lancio di un dado esca un numero primo"
come ti comporti? In effetti in quel caso la probabilitÓ che esca l'1 Ŕ
uguale a quella degli altri 2 e trascurarlo significa cambiare il risultato
dal 33,3% al 50%.

***********************************************************************************************************************


Da: "ALFONSO PESCE" <alfonpes@tin.it>
 Data invio: mercoledý 5 settembre 2001 16.11
Oggetto: domanda

 Ciao Bruno ti scrivo per una semplice domanda, vorrei sapere con esattezza
 come devo scrivere i numeri 99 e 490 nel modo dei numeri romani
                                        Grazie          Saluti
                                                                 Alpe

RISPOSTA:

Se hai visitato il mio sito
http://web.infinito/utenti/a/aguiari/numeri/numeri/menu.html avrai letto la
pagina dedicata ai numeri romani ed alle regole per comporli.
Quindi 99= IC e 490= XD
Tutti gli altri li lascio calcolare a te. Ciao, Bruno

***********************************************************************************************************************  Torna all'inizio

Da: Anna Caregnato

Data invio: domenica 18 novembre 2001 18.26 

Sto cercando una connessione tra "uno" come numero matematico e la religione cristiana.Sarei grata a chi mi potesse dare una mano.

Saluti.

RISPOSTA:


Riporto quello che giÓ scritto nel capitolo del numero 1, nella sezione "Numerologia", all'indirizzo http://web.genie.it/utenti/a/aguiari/tsld001.htm

 

In numerologia l'Uno Ŕ l'inizio di ogni cosa: la Creazione, la forza generatrice, l'essenza della vita, della nascita e di tutto il creato. In filosofia Ŕ associato al concetto di "monade" elemento singolo che significa "scintilla divina" in riferimento alla creazione del mondo. Rappresenta il maschio, il materialismo, ma anche lo spirito. Simbolo di potenza, individualitÓ, passione, ambizione e di desiderio. Per i pitagorici era il numero della ragione ed il generatore di tutti i numeri.
Gli Indoeuropei, per indicare il numero 1, usavano la parola SOL, che richiama alla mente il Sole, il dio per eccellenza dei popoli antichi. In latino SOLUS indica solo, unico.
Eppure, in matematica, perchŔ l'Uno venga usato come numero, bisogna attendere il 100 d.C. con Nicomaco di Gerasa.  Prima, con Euclide ad esempio, l'Uno era solo un concetto astratto che non era nŔ pari nŔ dispari, ma che aveva la sola funzione di trasformare gli altri numeri da pari e dispari e viceversa.

 

*********************************************************************************************************************** 

 Da: g.riccitiello

Data invio: sabato 22 dicembre 2001 12.41

Oggetto: Consiglio

IL sito secondo me Ŕ fatto molto bene comunque dovresti stare attento agli errori grammaticali che ripetute volte hai fatto ed inoltre dovresti aggiunger pi¨ giochi matematici!!!!!!

RISPOSTA:

 

Questo Ŕ tutto quello che ho trovato sul significato religioso numero 1.

Per saperne di pi¨ dovresti forse contattare un esperto in teologia.

Ciao,   Bruno Aguiari 

Ti ringrazio dell'interessamento. Per quanto riguarda gli errori ti sarei grato sarei grato se potessi evidenziarne qualcuno perchŔ ricontrollare gli 85 file di testo che compongono il mio sito sarebbe veramente troppo lungo. Preferisco spendere il  poco tempo che ho a disposizione, per aggiungere altri giochi matematici, come tu mi hai consigliato. Riguardo a questo, conosco diversi giochi matematici, ma preferisco scegliere quelli pi¨ curiosi, d'intuito, che non impegnino cioŔ il cervello in laboriose elucubrazioni.. e magari poco conosciuti. Se ne hai qualcuno da propormi, con queste caratteristiche, sar˛ ben lieto di pubblicarlo.

Ciao ..e grazie.

 

Bruno Aguiari

*********************************************************************************************************************** Torna all'inizio